ANCONA: decoro e pulizia, Cna chiede rispetto delle regole e maggiore attenzione all’arredo urbano

Anche la Cna di Ancona si affianca alla protesta di alcuni commercianti chiedendo alla pubblica amministrazione una maggior attenzione al decoro cittadino.
“Oltre a garantire la pulizia ordinaria delle strade e dei marciapiedi – afferma Andrea Riccardi Segretario della Cna dorica – si deve assicurare il rispetto delle regole da parte di tutti. Non è accettabile che in un capoluogo di regione qualcuno si permetta di buttare le cose a terra o portare a passeggio i cani senza raccogliere gli escrementi. Esistono dei regolamenti e vanno applicati”.
Il segretario della Cna di Ancona non si limita a richiamare l’attenzione sull’igiene e sul decoro urbano, ma chiede “interventi volti a riqualificare l’arredo del centro, posizionando raccoglitori per la differenziata e investendo sulla segnaletica e sulla creazione di itinerari di collegamento tra il porto, il Passetto e il resto della città, come succede nella vicina Umbria, dove i turisti possono trovare ad ogni angolo mappe affisse che segnalano percorsi e punti di interesse”.
“La percezione da parte di alcuni commercianti e artigiani del centro cittadino – continua Riccardi – è quella di una città che ha bisogno di maggiori attenzioni e che investa sull’accoglienza turistica. Gli scorsi giorni mi sono incontrato con l’Assessore Stefano Foresi che mi ha illustrato il potenziamento della videosorveglianza e le azioni volte a migliorare la sicurezza del capoluogo e questo è di estrema importanza per chiudere il cerchio di una riqualificazione e di una maggiore vivibilità di Ancona.
Decoro, arredo e sicurezza sono vitali per richiamare turisti e visitatori e dare ad Ancona un’immagine più dignitosa e consona al suo ruolo di capoluogo marchigiano”.
 
UFFICIO STAMPA: DANIELA GIACCHETTI

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI