Ancona come l'Italia: serve una svolta politica

Il "Patto delle tre C" dice basta ai giochi di palazzo e chiede discontinuità

 “Basta con i giochi di palazzo e con certi teatrini indecenti: ad Ancona, come in Italia, serve una svolta politica che sia di stimolo anche per la ripresa e per lo sviluppo di migliaia di imprese del territorio”.
Il 'Patto delle tre C', costituito da Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Ancona, Confartigianato Imprese Provincia di Ancona e Cna Provincia di Ancona, scende in campo per chiedere un cambiamento in seno al Comune di Ancona dove si vive ormai da troppo tempo una pericolosissima situazione di stallo. I politici che dovrebbero guidare la città in questo momento così delicato per l'economia, sono impegnati quasi esclusivamente nella ricerca di nuove alchimie di governo  che servono soltanto a perdere tempo perché i temi sono sempre quelli delle poltrone e dei futuri scenari di governo.
La città di Ancona, il territorio circostante, l'indotto economico, commerciale ed artigianale non possono più assistere e non possono più permettere che un tale scempio si consumi per questo devono poter contare su una classe politica in grado di affrontare nell'immediato gli evidenti problemi congiunturali sui quali non è più immaginabile un'attesa.
L'attuale assetto politico in seno al Comune di Ancona ha dimostrato di non essere in grado di fronteggiare la crisi.
Per questo il 'Patto delle tre C' chiede un cambiamento immediato senza ulteriori tentennamenti.
Non ci sono altri margini di attesa. Ciò che serve alla città e all'economia locale è un governo che capisca quanto sia importante il dialogo e il recepimento dei suggerimenti e dei progetti di chi quotidianamente affronta i problemi del tessuto economico e sociale locale.
Il 'Patto delle tre C' è pronto a fare la propria parte in un eventuale tavolo di crisi ed è pronto a presentare un manifesto comune per la ripresa e lo sviluppo dell'economia territoriale.

 

GLI UFFICI STAMPA

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI