Addio ai voucher. CNA: "Scelta scriteriata ed irresponsabile"

Con un decreto legge del Governo vanno in archivio all’improvviso i voucher. La Cna, che rappresenta da oltre settant’anni i lavoratori autonomi, ovvero i veri precari del lavoro in questo Paese, giudica molto negativamente l’intera operazione sia nel metodo, che nel merito, definendola un “paradosso tutto italiano”.
Il direttore provinciale, Massimiliano Santini, parla chiaro: “Quando non si riesce a colpire gli abusi, si toglie lo strumento”. Ed aggiunge: “Il sistema delle micro, piccole e medie imprese fa un uso modesto dei voucher, limitandolo ai picchi di lavoro o ad una necessità improvvisa. Con un colpo di spugna abbiamo riportato il mercato del lavoro italiano alla situazione degli anni ’70. Si parla di soluzioni alternative che richiamano il modello francese e il potenziamento del lavoro a chiamata, disciplinato da un Regio decreto di quasi cento anni fa!”
Cna ricorda che gli abusi erano già stati oggetto di recenti provvedimenti tesi a contingentarne l’utilizzo e quindi i voucher, nonostante le curiose polemiche strumentali, avrebbero continuato ad offrire opportunità di guadagno legale, regolamentato e tracciato.    
Per conoscere gli attuali inquadramenti alternativi ai voucher, clicca qui: [download id=”13125″]

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI