Accoglienza turistica: bene i nuovi inserimenti, ora collaborare con i commercianti

Il potenziamento del servizio di accoglienza turistico è stato un passo in avanti, la CNA suggerisce di potenziare ancora il sistema con la collaborazione dei commercianti.

All’inizio della stagione crocieristica vi erano state segnalazioni riguardanti la necessità di potenziare il servizio informazioni di accoglienza turistica: lo sbarco di alcuni crocieristi che non riuscivano a trovare l’ufficio informazioni e che vagavano tra le vie di Ancona hanno spinto a potenziare il servizio. I risultati sono stati positivi, ma riteniamo necessario un potenziamento ulteriore attraverso una collaborazione con gli esercenti e i commercianti, in particolare quelli del porto.

La CNA di Ancona ritiene utile produrre dei piccoli espositori delle mappe della città destinati alle attività di pubblico esercizio che ritengono utile dotarsi di questi strumenti. Espositori che dovrebbero ospitare la mappa della città già oggi pubblicata dal comune di Ancona, un QR code per accedere all’app Ancona Tourism e magari anche i riferimenti per il più vicino ufficio informazioni, con i numeri telefonici ed email. Inoltre riteniamo necessario un incremento delle copie stampate della mappa cittadina per poter fornire le attività che si rendono disponibili.

Infine l’associazione di categoria dorica ritiene utile riprendere alcune best practice che erano state messe in campo nel passato. Riteniamo utile riprendere il Kit Welcome to Ancona, iniziativa messa in campo 15 anni fa, che comprendeva cartine con info della città, guide dei negozi, tessera sconti, espositori e shopper. Una iniziativa che permetteva di dare al crocierista una immagine della nostra città, un benvenuto elegante e professionale. Occorre urgentemente rimettere in campo questa soluzione, rimodernandola e rendendola strutturale.

“La nostra associazione ritiene strategico, per implementare sempre più un servizio di accoglienza turistica efficace, il coinvolgimento dei privati, come in altri campi quali la sicurezza e il decoro – commenta Andrea Cantori, segretario della CNA di Ancona.

Occorre anche un coordinamento e canali informativi per le imprese che hanno deciso di puntare su questo settore, in maniera tale da condividere le informazioni più importanti (eventuali cambi di orari, rifornirsi delle mappe cittadine, imprevisti, iniziative destinate ai turisti, etc.).

Si tratta, quindi, di costruire un coordinamento che metta in collaborazione Comune di Ancona, tour operator, associazioni di categoria, operatori turistici e commerciali, associazioni culturali, parco del Conero, associazione della Riviera del Conero. Occorre identificare persone e risorse. – conclude Cantori – Inoltre si sente sempre più l’esigenza di aumentare il numero dei crocieristi per evitare “guerre tra commercianti” per dividersi la torta dei turisti presenti: occorre un aumento della base turistica per permettere dal Passetto al Duomo, di aumentare i fatturati derivanti da questo segmento. Su questo punto la decisione sul Molo Clementino sarà dirimente”.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI