Abruzzo, in mille firmano l’appello della CNA per la Film Commission

“Quando c’è volontà, la Regione ha mostrato di andare dritta per la sua strada. Vorremmo fosse così anche per la Film Commission”. Parte da Avezzano, con le parole del presidente regionale di CNA Turismo e Commercio Abruzzo, Vincenzo Vitale, un appello alla politica e alle istituzioni affinché l’Abruzzo si trasformi da regione Cenerentola a protagonista. Un appello che potrebbe un esito positivo a breve con il voto a Palazzo dell’Emiciclo all’Aquila che potrebbe sancire la ri-nascita della Film Commission abruzzese.

L’appello lanciato da CNA Cinema e Audiovisivo Abruzzo – che ha deciso di dare voce a una proposta che da alcuni giorni gira su social e organi di informazione – ha già conquistato l’adesione di oltre mille persone. Figure di ogni parte d’Abruzzo, ma anche nazionali, espressione del mondo dello spettacolo, della cultura, delle istituzioni, dell’università: tutte convinte che la filiera di cinema e audiovisivo possa portare rilevanti benefici a tutta l’economia regionale.

In una conferenza stampa tenutasi oggi ad Avezzano diverse voci si sono levate a sostegno della proposta. Oltre al presidente regionale di CNA Cinema Abruzzo, Stefano Chiavarini, numerosi gli interventi a favore della proposta. Per il presidente nazionale di CNA Cinema e Audiovisivo, Gianluca Curti, “la Film Commission abruzzese rischia di entrare nella leggenda: sono strumenti essenziali per la promozione del territorio, ma la politica non sempre se ne rende conto. Tutte le Regioni italiane sono ormai operative. A dire la verità con l’Abruzzo latita anche la regione più ricca d’Italia, la Lombardia. La vostra è una grande attrattività turistica, i suoi luoghi sono di grande interesse. E la vicinanza con Roma gioca a suo favore”.

Secondo il presidente del Cesam, Centro sperimentale di cinema, Marcello Foti, “la politica deve recuperare una visione che favorisca il territorio, spero che oggi la Regione tenga fede alla promessa di istituire la Film Commission. Ma la stessa politica deve fare un passo indietro nella gestione: di cinema devono occuparsi quelli che hanno esperienza nel settore. E tutto questo condividendo con chi sta sul territorio scelte e programmi”.

Questo articolo Abruzzo, in mille firmano l’appello della CNA per la Film Commission è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI